sabato 17 ottobre 2009

Quante volte, nel corso della mia vita, ho preso in mano una penna e mi son messa a tradurre i miei sentimenti, le mie sensazioni, gli stati d'animo,le difficoltà in parole!Non so che cosa ci sia di speciale questa sera, ma ho il desisderio di scrivere. Forse le troppe emozioni intrappolate, premono per uscire e lasciarsi scivolare...

Si, mi manca questa dolce abitudine adolescenziale, che molte volte ha accompagnato le mie solitudini. Grazie a questa nostalgia, mi piacerebbe ricominciare a scrivere, con libertà e leggerezza, quando lo sento necessario, senza forzature. Credo che farò proprio così.

Adoro la fisicità. E dipende dalle persone con le quali mi rapporto, eppure con alcune riesco immediatamente a stabilire il collegamento (wi-fi?) Di cosa si tratterà? Sarà solo sintonia di pensiero o, forse, qualcosa di diverso? Perchè alcune volte riesco a essere così efficace nella comunicazione, pur restando me stessa, e talaltre è così arduo trasmettere e ricevere sensazioni?

Oggi ho incontrato, davvero tanta gente... era un tempo che non capitava. Un grande uomo, almeno così pare; una tristissima mamma; degli entusiasti amici che intraprendono un percorso tutto in salita (come piace a me?) .

Si, è proprio vero, le migliori vittorie sono quelle conquistate. Un po' come quando in montagna fai tanta fatica, ma poi il paesaggio, la natura, quanto ti circonda, ti ripaga il centuplo. Mi viene in mente una recente reclàme sul piacere di vincere facile... niente da fare, nella vita è tutta una sfida! altrimenti, probabilmente, non sarebbe "vita" . Oggi dicevo a qualcuno che i cambiamenti sono punti di partenza, sfide con le quali misurarsi e capirsi di più.

Questa sera affido ai miei pensieri, al mio cuore, al mio Spirito che ha anche un po' di Te, tutte e ognuna di queste persone, specialmente i loro sguardi. Che bellezza si dipana davanti agli occhi: basta saperla cogliere! Quante volte è "nascosto", "velato" ai nostri occhi, quel riflesso che rimanda a Te.

Qualcuno ieri mi diceva- "io VOGLIO essere FELICE" !!! - è proprio così, è dentro di noi questo innato/dannato desiderio di gioia piena.

Io invece voglio che tutti siano felici. Che idealista, vero?

L'altro pomeriggio, ricordi?, quando ci siamo incontrati hai detto -"io sono sempre qui, ti aspetto."- e io mi sento piccola piccola...

Quante volte non ho tempo,son di corsa, e poi magari, vado in affanno sommersa dai pensieri o dalle preoccupazioni e poi mi accorgo che senza affidarmi totalmente a Te ... è tutto davvero pesante.

Domani sarà una giornata nuova ed emozionante. Come qualcuno oggi mi diceva:"voglio vivere il bello di oggi , qui ed ora, non domani..." e io risposi:"il bello di domani, sarà bello nella misura in cui oggi è bello, sarà dal bello di oggi che potrà basarsi il bello di domani" .... Mi piace pensare che il peso dello sguardo e lo scambio dei sorrisi ad ogni incontro sia un buon auspicio per il futuro.

Ogni nuovo inizio comporta tante attese,speranze,timori. Che il mandato a noi tutti affidato, anche quest'anno di "lavoro" insieme, ci aiuti a affrontare il cammino e talvolta il peso dei nostri giorni. Io la prendo sul serio, come sempre... con il sorriso sulle labbra,la testa attaccata al collo e il cuore che vorrebbe volare via come un palloncino !!!

Posta un commento