giovedì 17 dicembre 2009

Se avessi la saggezza sufficiente per gestire ogni situazione nel migliore dei modi, probabilmente non mi sentirei così.
Il problema si pone in special modo quando mi sento "attaccata" . Invece di porre l'altra guancia, mi difendo. Ma la rabbia non è mai buona consigliera come, del resto,non lo è la fretta di uscire da quella spiacevole situazione.
Oggi, invece, ero dall'altra sponda, da quella, cioè, di chi osserva. E mi son detta:"Caspita! se ieri sera ho dato quest'impressione... sono fritta!". Forse, l'arte del comunicare è ben più complicata di quanto immaginassi. A volte avrei la presunzione che sia tutto più semplice... Domenica dicevo ad alcuni amici che, spesso, le cose non vanno come vorremmo e le reazioni sono tali che impediscono di vedere nell'altro il Volto. Se mi abituassi a vedere nell'altro il Volto di Gesù, probabilmente eviterei tante spiacevoli esperienze.
Purtroppo però, passare dalla affascinante teoria alla terrena realtà mi fa supporre che, se quel Gesù  fosse lì in quel dato momento, non si sarebbe comportato come quella persona la'. Ed è un circolo vizioso di giudizi che non porta proprio da nessuna parte.  Ebbene si, disarmata una volta ancora, mi guardo allo specchio e mi trovo a dire a me stessa che ho ancora tanta, tantissima strada da percorrere.
Posta un commento