martedì 8 giugno 2010

Oggi, nonostante la tristezza del martedì - la mia settimana di lavoro comincia di questo giorno, sigh! - lo chiamerei "la giornata del saluto". Eh si perchè, sin dal buon mattino, ho incontrato il sorriso di parecchie persone e il loro saluto ha allietato questo inizio feriale. In coda, in posta, antipaticamente in attesa dell'apertura per effettuare uno dei tanti pagamenti - simpaticissimi- che si devono adempiere....
E' bello poter cominciare la giornata con un saluto e un sorriso, a me piace. Rende meno pesante tutto il contorno.
Anche ora, appena tornata dal supermercato, una cosa così banale come il fare la spesa, ho avuto un gioioso incontro o almeno, per me,  lo è stato: una bimba ,di poco più di tre anni, bionda, sorridente, con un buffissimo paio di occhiali da sole a forma di cuore, che trotterellava davanti alla sua mamma e, nel mentre mi incrociava, mi sorrise e mi disse a gran voce : "Ciao!" e scappò via, come un piccolo cerbiatto.
Sarebbe meraviglioso che ogni giorno riuscissi a fermarmi a dedicare un attimo del mio tempo  - parola che ricorre frequentemente in questo blog... - a ricordare i piccoli doni che spesso passano a salutarmi inosservati per le mie giornate. Penso che anche questo sia un modo con il quale il mio Signore, si rende presente. Chissà quante cose mi perdo nell'affanno del rincorrere il tempo per non perderlo!

E nell'andare quotidiano, per caso, ho trovato in un libro una frase che davvero comprendo appieno e sento mi appartenga . E' una frase di Victor Hugo e dice così :
Certi pensieri sono preghiere. Ci sono momenti nei quali, qualunque sia l'atteggiamento del corpo, l'anima è in ginocchio.
Buona settimana, mondo. Buona settimana ad ogni amico, ad ogni sorriso, anche per chi non amo abbastanza.
Posta un commento