sabato 16 ottobre 2010

Spesso gioco ai miei giorni cercando di carpire/capire, verso la fine della giornata, quanto ho avuto grazia di imparare, quale insegnamento ho ricevuto in dono.

Stamane, pedalando di corsa - ormai non lo dirò più perchè è "la normalità"- canticchiavo una canzone di qualche anno fa, di quando il nome "Shakira" non significava nulla ed  era  una perfetta sconosciuta. Ho avuto la fortuna di avere tra le mani uno dei suoi primi cd, portatomi in dono da Mauri, mio fratello maggiore, in uno dei suoi ritorni a Padova.

Il titolo della canzone è "Cada dìa pienso en ti", ed è cantata quasi a cappella, senza grande orchestrazione. La scrisse per un perduto amore ma, come ogni canzone, nel cuore di ognuno canta e si può dare la propria lettura; appena la ascoltai, per la prima volta, mi sembrò un inno alla fede. Il testo è semplicissimo:
cada dia pienso en ti pienso un poco mas en ti
despedazo mi razon, se destruye algo de mi
cada dia pienso en ti,
pienso un poco mas en ti.
Cada vez que sale el sol busco un algo de valor
para continuar asi
y te veo asi no te toque
rezo por ti cada noche
amanece y pienso en ti
y retumba en mis oidos
el tic-tac de los relojes
y sigo pensando en ti
y sigo pensando...
Che difficile è trovare "giusta" una persona  senza identificarla tale in base all'empatia con i propri gusti, con le proprie idee! Giudico una persona giusta quando la pensa come me. E se io non avessi la capacità di giudicare?  Cosa mi aiuta a capire, a discernere in una marea di messaggi, pensieri, correnti?

La parola di Dio è viva ed efficace,discerne i sentimenti e i pensieri del cuore,
dice l'acclamazione al Vangelo, di domani.

Io t'invoco, mio Dio: dammi risposta, rivolgi a me l'orecchio e ascolta la mia preghiera. Custodiscimi, o Signore, come la pupilla degli occhi, proteggimi all'ombra delle tue ali. (Sal 17,6.8 e' l'antifona di domani,domenica.)
Come vede un occhio senza pupilla? E ... la pupilla, da sola, senza collegamento con tutto l'occhio e con il cervello? ... Quante domande albergano nel mio cuore. Si, sono turbata.
Credo sempre più che ho bisogno di "sostegno" e che grazie proprio ad esso, riesco poi ad andare avanti.
Che banalità... eppure a volte non basta conoscere, occorre riconoscere.
Un po' come Mosè, nella prima lettura, che pur essendo uomo giusto, pur avendo in mano il "bastone di Dio"  ha bisogno di  Aronne e Cur, chè gli sostengano le braccia alzate, per poter vincere la battaglia.

Forse la fede è proprio questo: credere che, nonostante tutto, se mi fido, se mi af-fido ad una Persona riesco ad andare avanti, se ho la costanza di fidarmi e af-fidarmi, di chiedere ciò che è bene per me - non ciò che desidero per mia convenienza - potrà mai il mio piede vacillare?

Il Signore ti custodirà da ogni male:

egli custodirà la tua vita.
Il Signore ti custodirà quando esci e quando entri,
da ora e per sempre.
Allora, anche una parola così gravida di senso e di significato come Giustizia, vorrei potessi infondersi intorno a me, a partire dal mio cuore.  "Dio renderà giustizia ai suoi eletti", ecco, se Dio ama tutti, ognuno può essere un Suo eletto; S. Paolo, mi consiglia come fare: "Figlio mio, tu rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente. Conosci coloro da cui lo hai appreso e conosci le sacre Scritture fin dall'infanzia: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene mediante la fede in Cristo Gesù. "

La fede, nella preghiera. Gesù parla della costanza e di come, tartassando la pazienza di un giudice, la vedova (che è poi la categoria delle persone più deboli, per la sua epoca) ripeteva le sue richieste fino a quando, per "sfinimento" il giudice , le rivolse attenzione, le diede retta (è curioso come, in un dizionario on-line di etimologia, la parola "giustizia" voglia generarsi dal latino jus che significa diritto, ragione).

(...)Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?


Quando viene questo Figlio dell'Uomo ?

Io avrei questo desiderio : quando sarà il momento, il Signore trovi nel mio cuore un briciolo di amicizia per Lui, un po' di  quella fede.  (e di quella domanda "Quanto hai amato ? " trovi un briciolo di risposta.)
 
  
Posta un commento