domenica 6 febbraio 2011

Giornata per la vita

Dimenticavo la data di oggi. Eppure, appena entrata in chiesa, per la messa domenicale, ho sentito che era un giorno speciale. Sono stata raggiunta da un paio di occhioni che mi guardavano sorridendo mentre la testolina tonda dalla quale proveniva lo sguardo era accarezzata dalla sua mamma. Come riuscire a reprimere il sorriso di ricambio? impossibile! Sara,oggi, riceveva il Battesimo. E nel mio cuore nasceva un caldo caldo sorriso che le mie labbra non riuscivano a esprimere totalmente.
Oltre al rumore e alla folla, riesco a raggiungere un banco ove sedermi. Poco dopo, nella fila affianco alla mia, prende posto una coppia con la  figlia neonata, nella carrozzina.. Tutta rosa. E' stata bravissima durante tutta la celebrazione. Non un pianto, non un lamento, intena ad osservare un giochino appeso sopra di lei. Ad un certo punto, si accorge che la sua mamma la sta guardando e, come per incanto, si illumina, inizia a sorridere e a tentare di parlare: la sua mamma la guardava e lei la contraccambiava con sorrisi, chiudeva e apriva la boccuccia, muovendo la linguetta tentando di parlarle, sgranando gli occhietti. Questa intesa, questa empatia.... Davvero, questa scena ha del "magico".
Specialmente per me. 






Posta un commento