mercoledì 22 febbraio 2012

Torta, si, torta di mele, plum cake... e gli ingredienti.

Nei miei tempi, che sono anche i tuoi, fatico davvero tanto a fare qualsiasi cosa "in segreto".

E' così normale "farsi vedere", "mostrarsi" mentre fai qualsiasi cosa, una sorta di Grande Fratello accompagna quasi ogni movimento,ogni gesto; tutti proiettati alla grande comunicazione; i nostri telefonini, ad esempio, fanno sapere dove siamo, le nostre televisioni rivelano le nostre preferenze, qualsiasi acquisto è seguito da un qualche sondaggio/questionario sui gusti per individuare i nostri bisogni...

Penso che anche questo "fare" sia, in ogni caso, un atto di volontà, pur quando, è diventato talmente consuetudine, che non me ne rendo, non ce ne rendiamo nemmeno conto che "stiamo facendo così".
E mi viene da pensare che ciò cerco / cerchiamo di fare in segreto, non sia  mai qualcosa di bello, ma ,in genere, corrisponda ad una violazione,ad una trasgressione... ad un qualcosa che non si dovrebbe fare...
Mah...
Se non sto attenta, davvero vengo travolta dall'abitudine che diventa norma.
E' così squisitamente delizioso, proprio come quando faccio un dolce, che io possa ricorrere alla ricetta se dimentico qualcosa...
A volte, Signore, io dimentico Chi sono.  Faccio, faccio, faccio... ma...  sono altro da ciò che mi avrebbe resa più autentica, più me stessa.
Per fortuna (fortuna?!)  si può ricorrere ad alcuni suggerimenti, un po' più di zucchero, ma anche un pizzico di sale...

Vorrei rendere grazie al Signore perchè oggi comprendo un po ' che E' ciò che nessuno vede, quello che mi qualifica. E' nel privato, nel fondo del mio cuore la reale essenza del mio essere.
Perchè se anche quando nessuno mi vede, sarò "bella", sarò "buona", allora è fatta!
E sarà davvero più "normale" fare "bene" anche quando sono con gli altri; ma soprattutto sarà più semplice "essere" una persona migliore.

Liberami, Gesù dagli ostacoli, da quegli orpelli che si aggrappano ai miei piedi e appesantiscono la strada da percorrere.

Buona Quaresima, gente, di cuore!



Se ti va, questo è il Vangelo di oggi, Mercoledì delle Ceneri.

 Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«State attenti a non praticare la vostra giustiziadavanti agli uomini  per essere ammirati da loro, altrimentinon c’è ricompensa per voi  presso il Padrevostro che è nei cieli.
Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come  fanno gli ipòcriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati  dalla gente. Inverità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua  sinistra ciò che fa la tua destra,perché la tua elemosina resti nel  segreto; e ilPadre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipòcriti che,nelle sinagoghe e  negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti  dalla gente. Inverità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la  porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede  nel segreto, tiricompenserà.
E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipòcriti, che  assumono un’aria disfatta perfar vedere agli altri che digiunano. In  verità io vidico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece,quando  tu digiuni, profùmati la testa elàvati il volto, perché la gente non  veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto;e il Padre  tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».









Posta un commento