sabato 29 settembre 2012

Giuggiole ...





A volte questo cuore, casa dell'anima mia, sobbalza, preso da un fremito, da un terremoto, da un'ondata di maltempo, un anticiclone o un ciclone chissà....
Durante questi sobbalzi, esso non resta vittima di aritmia alcuna; più semplicemente, il suo disturbo non fisico è sostanziale. Non è questione di ritmo, di fluidità, di ossigenazione. Più che altro è questione di sensazione.
E di desiderio.
Che poi questo sia o non sia necessariamente desiderio di Amore, non lo so.
C'è dentro un po' di tutto : il caldo, il freddo, l'autunno, le nuvole, il sole, il mare, le incomprensioni, la tenerezza. Il melograno e le giuggiole.
E allora vorrei tanto sentire la tua voce sussurrarmi piano piano: "Sono qui...".
 
 
 

6 commenti:

Danila ha detto...

Condivido con te questo desiderio, è la vita stessa che ce lo chiede!

milly di lorenzo ha detto...

^_^ ! Dreaming that cup of coffeeeeee !! ovvero, a martedì !

carmen ha detto...

Ehy!!!!!! ci sarò anch'io:) tutte da me???? faccio un dolcetto...

milly di lorenzo ha detto...

Un uccellino mi ha rivelato un presunto "party" al cioccolato... :-P B-) !!

Matteo ha detto...

E se la nuvola esplode, tuona nelle tue orecchie, tu gridi e nessuno sembra udirti
e se la tua band comincia a suonare canzoni diverse, ci incontreremo sul lato oscuro della luna del fluido rosa di Roger e non di David

milly ha detto...

Già !Pink floyd! ;-) !!! ciao MAtteo !!! Benvenuto !