sabato 19 ottobre 2013

Del Quando, della Marmellata di Peyote e delle Sirene.


Quando ?

è una delle domande più gettonate. Almeno da me.
 
Legatissima all'altra parola supergettonata, "tempo", il "quando"  calma o innervosisce, a seconda delle situazione, e paradossalmente, dei momenti....
 
Nel tempo in cui attendi che qualcosa si verifichi, il fatto di sapere il momento quasi esatto del compimento di questo o quell'appuntamento, ti permette di prepararti all'evento, di attenderlo con una certa "serenità", oppure, allo stesso tempo, sentire aumentare poco a poco l'ansia e l'emozione con l'avvicinarsi dell'evento.

Non si  è mai totalmente pronti alla risposta al Quando.
 
Cioè, tu credi di esserlo. Credi anche che, sapere la risposta, ti salvi dalle fregature dell'essere colti impreparati...
...eppure, per quanto te lo immagini, non sarà mai come il "viverlo dal vivo", "realtime".
 
La risposta, però, potrebbe essere o "troppo presto" o "troppo tardi".
 
MAh....
 
Forse, devo imparare ad essere più paziente.
Ad essere più perseverante.
Così mi suggerisce il Vangelo di domani....
Eh gia... siamo alle solite, mica  è roba da pivelli! che fatica, porca miseria!

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai:
«In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”.
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

Parola del Signore
 
 
Allora, dopo questa riflessione su di me, che trovo alquanto spiazzante ma, in qualche modo anche illuminante, mi sciroppo i miei Pearl Jam ed il loro nuovo singolo, Sirene, per l'appunto !!!


 
Posta un commento