giovedì 20 novembre 2014

Spammer. (Pensierini sulla Festa della Madonna della Salute).

 
 
Da alcuni giorni mi frulla per la testa questa frase.
 
E' un "captcha"  ovvero una serie di segni e simboli che devi inserire in alcuni casi per aggiungere un tuo commento ad un contenuto o ad un articolo di tuo interesse, o, come nel mio caso, dopo aver compilato un form di reclamo, dalla pagina di un sito di cui sono utente. E' una "protezione" contro gli spammer.
 
Ma l'invito mi è rimasto per la testa, ed è il mio incipit per ogni nuovo giorno, da circa una settimana.
 
Cosa mi fa essere "umano"? Cosa mi fa essere "non umano?
Quanti tipi di "essere" ci sono?
Quali di questi prevalgono sul mio '"umano" e perché?
 
Ormai mi conosci e sai che sono un po' fissata per certe cose e penso sempre che per me sia fondamentale "leggere" nelle cose che mi accadono, perché sono sempre comunque un messaggio che arriva per aiutarmi a vivere. E non sono mai per caso. Si è spesso tentati ad interpretarli come "caso", "fortuna" o "fatalità", o che ne so....
Invece sono persuasa che questo inizio di settimana con un bel "dimostra di essere umano", nel mio ambiente di lavoro, in casa, nei mei rapporti mi aiuti a riprendere il senso di me stessa, della vita e degli altri.
Lo so, mi scopro "autoreferenziale". Se per autoreferenzialità si intende partire da se stessi, allora no, sinceramente no, non mi dispiace affatto.
 
Chiaramente, per contro, se si intende come come autoreferenziale chi ritorna sempre in se stesso, come il simbolo che è il drago che si morde la coda, creando un circolo chiuso, non è questa l'autoreferenzialità che intendo. La mia è quella che si guarda dentro per capire meglio se stesso e per provare a migliorare un po', se stessi e il mondo che circonda.
 
Quindi cosa mi spinga a testimoniare di essere umano... per chi crede in Dio, è quasi un provare a rendere visibile un po' di Lui.
L'essere umano è, dalla Creazione, il Suo prediletto.
Sopra ogni cosa, nell'ordine delle cose e della Creazione.
Il modo di essere che ha scelto per incarnarsi.
Infatti, non ha scelto di diventare albero, o cane, o chissà quale altro essere.
Questo ci rende tutti prediletti.
Senza esclusioni di sorta, perché mica ha detto "solo quelli con gli occhi blu" , "solo quelli belli i brutti no", e via via, ne sesso ne colore....
 
"Umano" .....
 
"Sta scritto: la mia casa sarà una casa di preghiera".
LA prima casa di ciascuno di noi qual è? Il nostro essere, che si tesse dentro  la pancia della nostra mamma, giorno per giorno. Quella primissima divisione cellulare, è la nostra primizia di casa.
Cosa rende questa mia casa, che è il mio cuore, un luogo di casino (Lui usa altre parole.... lo chiama "covo di ladri ", ma il senso è quello....) ?
Quanto spesso incrociamo persone che hanno la pulsione di dover arraffare qualcosa degli altri? (intendendo per quel qualcosa anche "amicizia", "relazione", invidia per una posizione, una famiglia, un ruolo.....) e quanto spesso sono io stessa in me "un covo di ladri" con atteggiamenti così negativi?
 
Vorrei davvero farlo mio questo desiderio, Signore, ogni giorno, che Tu possa venire nel mio tempio e scacciare i mercanti dal mio cuore. Quali? Tu lo sai.
E' solo così che posso guarire il mio povero cuore malato.
E' solo così che io posso dimostrare di essere umano, con tutte le mie debolezze.
Ma anche con tutto ciò che in me è prezioso ai tuoi occhi e che posso di Te testimoniare la Grandezza, l'Amore, la Misericordia.
 
Posta un commento