martedì 24 maggio 2011

Detesto quando mi scopro una persona dei "se": chi pensa ai "se" vive di rimpianti e di desideri insoddisfatti e insoddisfabili e, quando arriva il tempo di realizzarsi questo "se", non avviene il salto. Prima sempre lì a piangersi addosso ("Ah, se fosse così invece di cosà!" - "Se avessi fatto questo al posto di quello") e non appena la vita regala la possibilità di scegliere diversamente e avvicinarsi a ciò che si desiderava, manca il coraggio per andare avanti a raggiungere la realizzazione piena delle promesse del sè incompiuto ed ora pure vano.

E' bello ed importante parlare di libertà.
Più importante, a mio avviso, è il non farne un alibi per la  propria mancanza di coraggio .
Quanto di moda è la parola libertà! Ed è una bella e buona conquista, il tentar di non imporre le proprie verità sopra quelle degli altri. Ma anche non prendere posizione è imporre.
Anni fa, studiando morale, c'era un principio un po' antipatico ma poco a poco comprensibile "l'impossibile neutralità". Che è una scelta.
Devo stare molto molto attenta quando sostengo che ogni incontro è dono. Perchè, se è dono, necessita di essere accolto gratuitamente. Senza, cioè, aspettare nulla in cambio.  Ma quando lo scambio non è di cose ma di persone, l'accogliere non può non essere reciproco. Quindi, è uno scambio. Scambio di sguardi, di parole, di gesti, di opinioni, e, soprattutto, di identità. Se nella mia identità c'è una certa componente, non posso, non riesco ad esimermi dal condividerla. "se" c'è. "Se" non c'è, è un altro discorso.






Qué hermosa eres, libertad. No hay nada
que te contraste. ¿Qué? Dadme tormento.
Más brilla y en más puro firmamento
libertad en tormento acrisolada.
Que no grite? ¿Mordaza hay preparada?
Venid: amordazad mi pensamiento.
Grito no es vibración de ondas al viento:
grito es conciencia de hombre sublevada.
Qué hermosa eres, libertad. Dios mismo
te vio lucir, ante el primer abismo
sobre su pecho, solitaria estrella.
Una chispita del volcán ardiente
tomó en su mano. Y te prendió en mi frente,
libre llama de Dios, libertad bella.

Dámaso Alonso



Posta un commento