domenica 12 ottobre 2014

Infiltrazioni varie.

Credo che non sia possibile passare i propri giorni a crogiolarsi sul fatto che le cose sono sempre state cosi, oppure a contare -depennando di volta in volta- i difetti di un passato, che, per quanto recente possa essere, è comunque "passato", come il suo stesso nome indica.

Per chi frequenta , ad esempio, gli ambienti ecclesiali, o per professione o per passione (bello sarebbe la coincidenza di entrambi i casi!!!!!) è quasi di abitudine trovarsi a dire "Si è sempre fatto così" oppure "fino ad ora così è stato"  oppure criticare la noia con cui certe- molte- celebrazioni, riti, esperienze, siano state vissute nel tempo o tuttora in molti luoghi si ripresentino ancor più tediosi di prima.
Vorrei urlare "Basta".
Basta guardare indietro. Altrimenti, ti becchi il primo  palo della luce in testa. Guarda avanti !!!

Sarà che sono un'inguaribile ottimista...
Sarà che sbaglio più frequentemente di quanto azzecchi qualcosa, eppure  è quasi più noioso sentire o leggere chi si lamenta della noia, della noia stessa. 

Ne ho le tasche piene. La domanda è "IO, ORA, cosa sono disposto a cambiare di me per non annoiare coi miei difetti me stesso e gli altri ? ".  Bella domanda...

Credo sia questo, seppur una minima parte, del senso delle Letture di oggi.

Quel famoso vestito nuziale.

Ti ricordi qual'è stata l'ultima volta che sei andato/andata ad un matrimonio? 
Ti ricordi di aver pensato anche (spero non "solo" ma "anche") a cosa indossare? 
E magari ti ha sfiorato il pensiero (specie noi donne) di "piuttosto che comprare un abito nuovo, riutilizzo quello, basta che non mi abbiano vista vestita così di recente"(stile riciclo risparmioso) ? 

Non così spesso chiedo a me stessa quanto "infiltrata" mi sento.
Quel non essere/non sentirsi  adatta a questa o quella situazione, a questa o quella esperienza. 
Forse me lo chiedo sempre troppo tardi, ovvero ,quando già sono "seduta", quando sono già lì, nel mezzo. E senza l'abito adatto, la testa adatta, la "voglia" adatta.... 
Cosa mi fa sentire così?
Cosa mi "farebbe non sentire" così ?

Questo post è nato nella mia mente a mezzogiorno e nove minuti, stamattina. Grazie a Morgan. Grazie ad un  tweet il cui destino era la cancellazione, ma la Provvidenza ha voluto un'altra cosa. 


E allora, mettiamocelo sto' benedetto vestito bello, nuovo, smagliante !!!!

Ma che sia un vestito diverso dai soliti.

Già.
Non di fuori.

Un vestito per il cuore e con il cuore.






Posta un commento